Il consiglio Regionale del Lazio si impegna a regolamentare l’attività di Nido Famiglia

Il consiglio Regionale del Lazio si impegna a regolamentare l’attività di Nido Famiglia

Finalmente il progetto portato avanti dal 2006 di Tagesmutter e Nidi Famiglia Scarabocchiando a casa di… Roma e Lazio, ovvero la cura di bambini da zero a tre anni svolta ed autogestita dalle famiglie utenti senza scopo di lucro, è all’attenzione della Giunta Regionale della Regione Lazio.

Per questo risultato è doveroso ringraziare l’interesse e l’attività profusa dalla Consigliera Francesca De Vito, che ha impegnato la Giunta della Regione Lazio alla stesura di un regolamento specifico per accogliere in maniera strutturata e facilmente replicabile l’apertura di nuovi nidi familiari e a riconoscerne la valenza educativa nonché l’aspetto occupazionale femminile sul territorio regionale.

Infatti l’Ordine del Giorno del Consiglio Regionale della Regione Lazio, collegato alla Proposta di Legge n. 85 del 3 dicembre 2018 “Legge di Stabilità Regionale” prevede come oggetto “regolamento all’attività di Nido Famiglia (L.R. 32/2001).

Nei diciotto anni trascorsi dall’introduzione dell’attività di Nido Famiglia nelle normative regionali del Lazio, pur in mancanza di uno specifico regolamento che ne stabilisse i criteri, si sono insediati nel territorio regionale innumerevoli esperienze basate sull’attività di Nido Famiglia, intese come forma di autorganizzazione mutua e solidale tra famiglie.

Tra queste esperienze, va citata certamente quella della rete di nidi famiglia Scarabocchiando a casa di…, gestita da un’associazione di famiglie solidali attive dal 2006, che rappresenta una delle esperienze più meritevoli da considerare sia come buona prassi sia come concreto sviluppo in rete non-profit di tale tipologia di attività.

Negli anni, molto spesso proprio su spunto dell’Associazione Scarabocchiando, molti Comuni virtuosi si sono anche attivati approvando regolamenti comunali propri, creando però un panorama diversificato che prevede requisiti e modalità di presentazione e gestione anche tra loro molto diversi.

Tuttavia negli ultimi venti anni le normative regionali delle altre Regioni hanno ampiamente introdotto e normato l’attività di Nido Famiglia e purtroppo la Regione Lazio è ormai rimasta sostanzialmente la sola, nel panorama nazionale, a non aver adottato un regolamento regionale in materia di Nidi Famiglia Tagesmutter.

Alla luce di quanto suesposto appare ancora più importante l’intervento della Consigliera alla Regione Lazio Francesca De Vito sopratutto in considerazione della crescita esponenziale di tale tipologia di attività ed il numero sempre maggiore di educatrici, operatori, famiglie e sopratutto bambini fattivamente coinvolti.

Ringraziamo personalmente anche la nostra Tagesmutter associata Barbara Gentile per l’impegno che ha profuso per il raggiungimento di tale risultato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *